Pasticceria

Marmellata: come scegliere la migliore?

migliore-marmellata

C’è chi la chiama marmellata e chi la chiama conserva o composta di frutta, ma per tutti è una delizia unica che rievoca l’infanzia e che non può mai mancare nella nostra dispensa. Pane, burro e marmellata rappresentano davvero una grande tradizione che non si è mai persa nel corso dei decenni. Pochi sanno che la marmellatta ha avuto un passato molto illustre. Sebbene gli storici non siano in grado di individuare una data esatta, è opinione diffusa che i cuochi del Medio Oriente siano stati i primi a preparare marmellate e conserve di frutta. Secondo alcune fonti storiche, la marmellata sarebbe stata inventata durante il IV secolo o anche prima. La prima menzione di conserve di frutta (a base di miele) si trova nel più antico ricettario dell’antichità chiamato “De Re Coquinaria” – L’arte della cucina. Si ritiene che il libro risalga alla fine del IV o all’inizio del V secolo ed è attribuito a un certo Marco Gavio Apicio, il famoso epicureo vissuto durante il regno di Tiberio, all’inizio del I secolo d.C.

La Ricetta Tipica della Marmellata

La versione più elementare e più apprezzata nel mondo è quella della frutta riscaldata e addolcita, raffreddata e poi conservata. Se nell’antichità il miele era il dolcificante d’elezione per marmellate e conserve, una volta scoperto, lo zucchero divenne l’ingrediente preferito. L’uso della canna da zucchero per scopi domestici risale in realtà alla Papua Nuova Guinea circa 10.000 anni fa. Lo zucchero venne menzionato per la prima volta in Inghilterra. Correva l’anno 1099 e fu il risultato delle Crociate. I crociati tornando a casa parlarono di quanto fosse piacevole questa “nuova spezia” e si appropriarono della tecnica di preparazione della marmellata che avevano imparato dal Medio Oriente.

Negli anni successivi alla scoperta, il prezzo dello zucchero era davvero elevato e tale è rimasto per tantissimi anni. Le confetture e le conserve rimasero a lungo una delizia apprezzata solo dai reali e dai più ricchi. Si narra che Luigi XIV abbia organizzato sontuose feste reali che si sono concluse con marmellate e confetture fatte con i frutti dei sontuosi giardini reali a Versailles e mangiate con cucchiai d’argento da piatti d’argento.

Secondo altre versioni la marmellata sarebbe stata creata nel 1561 dal medico di Maria, regina di Scozia, come rimedio per il suo mal di mare. Secondo alcuni esperti la parola “Marmellata” deriverebbe da “Marie est malade” (Maria è malata), ma è molto più probabile che derivi dalla parola portoghese marmelo – che significa mela cotogna. Pare che Giovanna d’Arco abbia mangiato marmellata di mele cotogne prima di andare in battaglia, per diventare ancora più forte e coraggiosa. Lo zucchero fu a lungo una preziosa “spezia” appannaggio solo delle persone più ricche e facoltose, ecco perchè non tutti potevano avere il privilegio di assaggiare un’ottima marmellata.

Solo dopo la rivoluzione industriale del 19° secolo lo zucchero venne usato con più frequenza in cucina per addolcire il tè e il caffè. Fu allora che la produzione di marmellate su larga scala prese il sopravvento e questo prodotto è diventato un prezioso riferimento per le merende dei bambini e non solo. Va anche detto che negli anni ’70 il prezzo dello zucchero tornò a salire e quindi per fare la marmellata vennero utilizzati degli ingredienti alternativi come il fruttosio. 

Come scegliere un’Ottima Marmellata

Oggi una buona marmellata è assolutamente alla portata di tutti. Nei supermercati possiamo acquistare marmellate di tanti gusti, alla ciliegia, alla fragola, all’albicocca o alle pesche. Con la marmellata è possibile farcire degli ottimi cornetti per una colazione gustosa e fresca. Oppure può essere utilizzata con successo anche nella pasticceria. Nella Torta Sacher la marmellata è un ingrediente fondamentale. Si possono anche realizzare gustose crostate alla marmellata. Per chi ama acquistare la marmellata di qualità bisogna solo scegliere il meglio come il sito Iltuofornaio.com dove potrai trovare marmellate realizzate da maestri pasticceri. Sul sito Iltuofornaio.com è possibile acquistare, con un semplice click, una straordinaria Marmellata ai Mirtilli Selvatici o una confettura Extra di Amarene, di ciliegie, di fragole e di more. Da consigliare anche la marmellata di arance amare, una vera delizia per i palati più fini.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *